Il RLS Territoriale

Il D.Lgs. 81/2008 prevede che, se all’interno dell’azienda non è stato eletto il RLS, le sue funzioni siano svolte dal Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza Territoriale (RLST).


Le modalità di elezione o designazione del RLST sono individuate dagli accordi collettivi nazionali, interconfederali o di categoria, stipulati dalle associazioni dei datori di lavoro e dei lavoratori comparativamente più rappresentative sul piano nazionale. In mancanza dei predetti accordi, le modalità di elezione o designazione sono individuate con decreto del Ministro del lavoro e della previdenza sociale, sentite le associazioni dei datori di lavoro e dei lavoratori.

Per le aziende in cui non è presente il RLS è previsto inoltre un onere economico rappresentato da un contributo al Fondo di sostegno per i RLST, costituito presso l’INAIL, in misura pari a due ore lavorative annue per ogni lavoratore occupato presso l’azienda; sarà il Fondo stesso, o l’eventuale organismo paritetico costituito tra l’associazione dei datori di lavoro e le OO.SS., a comunicare all’azienda il nominativo del RLST, quando designato.